Kiwi-Call: il sistema automatico di chiamata per una logistica 4.0

Kiwi-Call: il sistema automatico di chiamata per una logistica 4.0

Kiwi-Call, il nuovo sistema di comunicazione per operatori e carrellisti di Kiwitron, consente di aumentare l’efficienza aziendale mediante l’automazione. Kiwi-Call, integrato al Fleet Management ETS, consente di accedere alle agevolazioni 4.0 su tutte le tipologie di veicoli industriali.

Il controllo, la semplificazione e l’ottimizzazione della logistica costituiscono un’esigenza vitale per ogni azienda. La logistica aziendale è un processo complesso che si occupa non soltanto del trasporto delle merci ma anche dell’approvvigionamento delle materie prime e dei pezzi, del loro stoccaggio nel magazzino e rifornimento nei reparti.

Una buona pianificazione delle attività aziendali è la chiave per il successo imprenditoriale. In tal senso, è fondamentale utilizzare tutti i sistemi che consentono di semplificare la gestione delle attività, dal software ai sistemi di automazione.

In tale prospettiva, Kiwitron presenta Kiwi-Call: un sistema di chiamata automatico che invia richiesta al carrellista di scarico/carico del materiale in modo semplice, veloce e intuitivo.

Il sistema può essere installato su un fine-linea e segnalare la necessità di scaricare la linea all’autista del carrello in maniera del tutto automatica mediante l’impiego di sensori. Kiwi-Call può essere utilizzato anche per lo scarico/carico delle merci in magazzino.

Che cos’è Kiwi-Call e come funziona

Kiwi-Call è un sistema di comunicazione per l’automazione industriale composto da una parte hardware e da un pulsante di chiamata per il carrello, che può essere installato nei pressi delle linee di produzione o della scaffalatura in base all’applicazione del sistema.

Il sistema è semplice da installare e non necessita di un’infrastruttura o di un gestionale. Infatti, Kiwi-Call comunica direttamente con il Fleet Management ETS, che riceve le informazioni e trasmette i dati al dispositivo Kiwi-Call.

Il sistema utilizza un protocollo di comunicazione proprietario con un raggio fino a 1 km. Inoltre, abbiamo creato una versione a batteria per gli ambienti sprovvisti di fonti di alimentazione.

Come funziona? Kiwi-Call invia la richiesta di carico/scarico del materiale sul display touch del Fleet Management ETS sotto forma di missione operatore.

Il carrellista può scegliere di accettare oppure di rifiutare la richiesta mediante il display touch dell’ETS. Il lavoratore della linea sarà a conoscenza dello stato della missione (accettata, in attesa, scaduta) mediante i led luminosi presenti sul pulsante di chiamata.

Logistica 4.0: utilizzo del sistema Kiwi-Call

La logistica 4.0 è l’applicazione al mondo della supply chain dei paradigmi dell’Industria 4.0 e si traduce nell’impiego di sistemi tecnologicamente avanzati per lo stoccaggio, la movimentazione e il trasporto delle merci e dei materiali.

Le soluzioni 4.0 per la logistica non includono soltanto macchine completamente automatiche ma anche sistemi per l’automazione. In tal senso, le attività possono anche essere svolte parzialmente in modo manuale.

In una logistica 4.0 diventa fondamentale la connessione tra macchine, sistemi di stoccaggio, macchinari e software.

La soluzione 4.0 per la logistica proposta da Kiwitron è il sistema Kiwi-Call che consente di aumentare la produttività e la sicurezza semplificando la comunicazione dei lavoratori all’interno dell’azienda.

Da un lato, l’efficienza logistica passa per l’organizzazione degli spazi e delle aree aziendali. Dall’altro, è necessario ottimizzare i processi aziendali e semplificare i flussi di lavoro, evitando errori legati alla gestione delle attività oppure a carenze di materiale.

Supponiamo un’azienda, una linea di produzione e un operatore. L’operatore lavora dei pezzi e li pone su un bancale. Quando il bancale è pieno l’operatore interrompe il suo lavoro e va a cercare un carrellista per liberare il bancale pieno, sprecando tempo utile alla produzione.

Kiwi-Call risolve il problema e aumenta l’efficienza eliminando i tempi morti nel ciclo produttivo (es. ritardo o mancato carico/scarico del materiale in una linea di produzione).

Magazzino 4.0: utilizzo del sistema Kiwi-Alarm

Kiwi-Alarm è un dispositivo a batteria in grado di rilevare eventuali urti alle scaffalature e di inviare la notifica al responsabile in tempo reale. Il dispositivo può essere fissato nella spalla della scaffalatura.

Se si verifica un urto, il sistema invia in automatico una notifica al nodo centrale che memorizza l’informazione e avvisa il responsabile del reparto sul gestionale.

L’interfaccia consente di visualizzare dove si è verificato l’urto direttamente nella mappa dell’azienda.

Per la visualizzazione dei dati può essere utilizzato il portale web Kiwisat di Kiwitron oppure il gestionale aziendale. Kiwitron fornisce API gratuite e pubbliche per l’integrazione fra i software e i sistemi informatici già presenti in azienda.

Come accedere alle agevolazioni 4.0 con Kiwi-Call

Kiwi-Call, integrabile al Fleet Management ETS, ottempera il requisito di integrazione automatizzata tra macchinari e/o attrezzatura della fabbrica attraverso le missioni operatore generate direttamente dal sistema (interscambio di informazioni).

Kiwi-Call può essere interconnesso con il sistema informatico dell’azienda scambiando dati sia un ingresso che in uscita. Infatti, mediante l’integrazione con il Fleet Management ETS i dati e le informazioni memorizzate dal sistema Kiwi-Call saranno fruibili sul gestionale mediante protocollo http.

Kiwi-Call consente di accedere alle agevolazioni 4.0  su tutte le tipologie di mezzi (elettrici, diesel, transpallet, timonati), senza la necessità di gestire le attività del mezzo o impostare il rallentamento automatico.

Cosa aspetti? Organizzazione e automazione rendono aziende di ogni tipologia e dimensioni più efficienti e competitive sul mercato, oltre che tecnologicamente avanzate.

Grazie alla 4.0 puoi aggiungere un valore competitivo alla tua azienda e ottenere un risparmio fino al 50% sul tuo mezzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *