IoT industriale e piattaforme elevabili: le tecnologie alleate per il futuro

IoT industriale e piattaforme elevabili: le tecnologie alleate per il futuro

Nel 1999 fu coniata l’espressione Internet of Things in relazione alla nascita di sistemi di identificazione a radiofrequenze per oggetti tramite l’applicazione di tag. Da allora, le tecnologie a supporto dell’IoT si sono moltiplicate e il valore di mercato del settore ha toccato i 384.5 miliardi di dollari.

Ma che cos’è di preciso il paradigma Internet of Things e in che modo è in grado di trasformare l’industria? In che modo le nuove tecnologie migliorano performance e sicurezza delle PLE? Per indagare il rapporto tra IoT industriale e piattaforme elevabili occorre analizzare l'origine del termine tecnico.

L’Internet of Things corrisponde all’insieme di tecnologie capaci di mettere gli oggetti in comunicazione tra loro per mezzo di Internet o di altre reti di comunicazione. Gli oggetti inclusi nella rete sono i cosiddetti smart objects. Si tratta di oggetti capaci di identificazione, diagnosi di stato, acquisizione e comunicazione di dati tra loro. Sensori, processori, software e ad altre tecnologie integrati al loro interno rendono possibile l'interazione.

Nella quotidianità, incontriamo spesso i risultati applicativi dell’IoT. Dal mondo dell’automotive agli elettrodomestici alla domotica, fino all’urbanistica e alla medicina, gli ambiti smart sono entrati a fare parte delle nostre abitudini.

Cos'è loT industriale?

L’Industrial Internet of Things (I-IoT), specificamente, è l’estensione del paradigma dell’Internet degli oggetti all’ambito industriale. Oggi coinvolge settori quali il manifatturiero, la logistica, l’industria navale e l’agricoltura.

In questi campi, l’implementazione di tecnologie IoT apre alla possibilità di creare un inventario digitale di tutti i dati raccolti dalle macchine in attività e di esercitare su di esso un controllo in tempo reale. 

IoT industriale e piattaforme elevabili

L’impiego di sensori sulle piattaforme elevabili è già da anni di uso comune, anche grazie all'applicazione di sistemi come il protocollo CAN bus. Tuttavia,  l’utilizzo a bordo macchina di sensori intelligenti più di recente ha aumentato radicalmente le potenzialità derivate dalla raccolta dei dati, garantendo la possibilità di gestire da remoto le operazioni, di visualizzare lo stato dei sensori e di attivare delle analisi predittive sulle attività programmate.

In particolare, sulle PLE la sensoristica smart ha reso possibile il monitoraggio di numerosi parametri. Tra questi, troviamo il peso dei carichi, la temperatura dell’olio, il livello di carica della batteria, la localizzazione e le ore di utilizzo. Tramite software appositi, è possibile definire la regimazione del motore in funzione delle manovre richieste, range di rallentamento del mezzo e ulteriori limitazioni.

Inoltre, i sistemi intelligenti hanno permesso di perfezionare l’efficienza e la sicurezza delle manovre. Per esempio, quelle ripetitive di chiusura automatica della piattaforma o di inclinazione del braccio, di stabilizzazione e livellamento del mezzo. L’invio di codici di errore e la loro visualizzazione in tempo reale da parte dell’operatore consente di intervenire tempestivamente sui malfunzionamenti. 

Sul lato sicurezza, sensori di prossimità quali anticollisione, radar e telecamere possono rilevare ostacoli in avvicinamento durante la fase di elevazione e abbassamento della piattaforma. Questo tipo di installazioni scongiurano l’eventualità di incidenti causati da scarsa visibilità o da errore umano.

Le tecnologie IoT di Kiwitron

Kiwitron, azienda che sviluppa e produce hardware, software e sensoristica destinati ai mezzi industriali, si propone come un’eccellenza nel proprio settore. Il portale in cloud di Kiwitron è dotato di API aperte, così da risultare integrabile ai gestionali preesistenti delle aziende clienti. 

Inoltre, l’azienda scommette sulle tecnologie più all’avanguardia. Tra gli altri sensori proposti dall’azienda, le telecamere con Intelligenza Artificiale Kiwi-eye si prestano facilmente come prodotto di punta. La loro peculiarità è quella di riconoscere e distinguere figure umane e macchine, senza bisogno di dotare i potenziali ostacoli di tag di riconoscimento.

L’integrazione perfettamente rodata tra componenti hardware, software e sensori offerta da Kiwitron rende l’azienda partner ideale per applicazioni dell’IoT industriale sulle piattaforme elevabili. 

Scarica la brochure ETS Kiwitron 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *