Kiwitron e CGM insieme per offrire un servizio unico di gestione della flotta

Kiwitron e CGM insieme per offrire un servizio unico di gestione della flotta

 Abbiamo intervistato Alberto Gradellini, direttore vendite di CGM, Compagnia Generale Macchine insieme al responsabile dell’area post-vendita dell’azienda. Abbiamo analizzato il valore del Fleet Management ETS come soluzione aggiunta al prodotto CAT per la gestione della flotta.

Le esigenze che si vengono a creare sul mercato e la necessità di proporre soluzioni adeguate porta ogni giorno le aziende a innovarsi e crescere. L'obbiettivo è quello di offrire al cliente un prodotto competitivo: unico, di valore e difficilmente sostituibile.

Nella logistica, il motore e la spinta all’innovazione è dato dalla digitalizzazione, cioè la possibilità di interconnettere macchine, strumenti e persone in un unico sistema aziendale.

Due anni fa la richiesta di alcuni clienti ha portato CGM e Kiwitron a creare una partnership per soddisfare le mutate esigenze di un mercato in crescita.

In tal senso, la partnership ha offerto la possibilità di scegliere un Fleet Management per il monitoraggio dei parametri del carrello elevatore: un grande aiuto alla gestione della flotta.

Oggi le due aziende sono cresciute insieme nei volumi e dal lato delle risorse, oltre che essere aumentata la fiducia reciproca nel percorso intrapreso.

Fleet Management ETS come valore aggiunto al prodotto CAT


CGM è nata nel 2006 con l’obbiettivo di distribuire i prodotti Cat® Lift Trucks sul territorio nazionale e con la missione di creare e gestire una rete di concessionari. CGM è diventata in soli due anni distributore unico per l’Italia di Cat® Lift Trucks.

Kiwitron è nata nel 2019 come spin-off dalla sezione R&D di un’azienda storica nel settore del material handling. Ci siamo specializzati in soluzioni di Fleet Managemene e prodotti per l'automazione industriale.

Ciò che ha reso unica la collaborazione tra le due aziende è stata la possibilità di offrire una soluzione completa per la gestione della flotta e un servizio flessibile grazie anche all’ampia gamma Kiwitron.

Questo ha permesso a CGM di proporre la soluzione adatta alle esigenze di utilizzatori finali e noleggiatori, in linea con la crescita della richiesta di tali soluzioni sul mercato.

Nelle parole di Alberto Gradellini, direttore vendite di CGM:
“Sì, siamo soddisfatti dell’impiego delle soluzioni Kiwitron. Da questo punto di vista la proposta è abbastanza variegata quindi possiamo proporre le soluzioni più mirate per i clienti”.

Business intelligence e Safety

Nelle logistiche continua ad aumentare la richiesta di soluzioni di Fleet Management e sistemi di supporto alla guida dei carrelli elevatori, ovvero dispositivi per il rilevamento degli ostacoli e la gestione di alcune attività.

Da una parte, il Fleet Management consente di raccogliere i dati sui mezzi (batteria, ore di lavoro, utilizzi, eventuali anomalie, ecc..), rivelandosi uno strumento utile per utilizzare i dati al fine di migliorare le performance.

Dall’altra, i sistemi di rilevamento degli ostacoli costituiscono uno utile strumento di ausilio alla guida indispensabile per ridurre il numero degli incidenti sul lavoro.

In tal senso, l’impiego delle soluzioni Kiwitron per la logistica hanno avuto un impatto positivo in relazione alle vendite della rete di CGM.

Così commenta Alberto Gradellini:
“La competitività è legata alla possibilità di poter proporre una soluzione completa e perciò di essere reattivi sul mercato propendo al cliente la soluzione più adatta alle sue esigenze”.

Come riconosciuto anche dal responsabile dell’area After Sales di CGM, i dispositivi ETS Kiwitron sono molto flessibili, configurabili in base alle esigenze e, come afferma ancora Alberto G., le soluzioni Safety sono state apprezzate lì dove l’utilizzatore finale le ha richieste.

Va ricordato che i sistemi di anticollisione assistono l’operatore alla guida del carrello elevatore e avvertono l’autista in caso di rischio di collisione. Tuttavia questi sistemi non possono fermare la macchina per rispettare le normative di categoria.

Pertanto, affinché l’impiego di questi dispositivi sia efficace al 100%, è importante che l’autista mantenga alta l’attenzione durante la conduzione del mezzo.

In tale prospettiva, le soluzioni di Fleet Management Kiwitron consentono di identificare le aree a maggior rischio di incidenti grazie alla raccolta dei dati sul mezzo e a un’analisi mirati degli stessi.

Quanto può essere utile un Fleet Management?

In seguito ad alcuni test con clienti fidelizzati, sono stati evidenziati i vantaggi nell’impiego di un Fleet Management. Tra questi, il dispositivo ETS si adatta molto alle esigenze dell’utilizzatore finale.

I test hanno messo in evidenza la necessità di comprendere la lettura dei dati nella loro natura per trarne i reali vantaggi.

Per esempio, un cliente era molto entusiasta della possibilità di gestire le aree aziendali e ottenere i report sui flussi di lavoro dei mezzi. Infatti, sul portale Kiwisat è possibile capire se spostare un mezzo in un altro reparto perché lì sta fermo troppo tempo e non lavora.

La raccolta del dato è fondamentale per la scelta dei processi. Infatti, è il dato oggettivo e non un’opinione che porta a migliorare una performance.

Come afferma Alberto Bertaglia, Hse & Fleet Specialist in Kiwitron:
“Questa è una parte importante di servizio aggiunto al prodotto: un servizio che ti aiuta a capire come migliorarti”.

In sintesi, la partnership  tra Kiwitron e CGM si pone come missione la soddisfazione del cliente e sostenere l’innovazione in ambito industriale.

In tal senso, le richieste del settore cambiano e si evolvono nel tempo rapidamente. La volontà è quella di continuare e andare avanti, dando risposte diverse ad esigenze diverse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *