Novità Kiwisat: come gestire la flotta in ottica 4.0

Novità Kiwisat: come gestire la flotta in ottica 4.0

Abbiamo rilasciato di recente un aggiornamento del portale web Kiwisat che comprende nuove funzionalità in ottica 4.0 e nuovi aspetti dell’interfaccia utente.

Kiwisat, il software per la gestione della flotta sviluppato da Kiwitron, consente di monitorare le condizioni di lavoro dei mezzi mediante l’impiego di sensori connessi al cloud.

La raccolta, il calcolo, l’analisi dei dati consentono di migliorare il ciclo produttivo dell’azienda in cui macchine, mezzi e uomini sono sempre interconnessi.

L’analisi dei dati costituisce un aspetto fondamentale nel modello di Industria 4.0, processo ormai al centro della trasformazione economica in Italia.

Il dato crea valore quando la scelta dei processi determina un miglioramento nella gestione delle attività aziendali, mantenendo alte le prestazioni.

Grazie ai report personalizzabili e alle statistiche generate dal sistema è possibile sapere dove sono e come operano i mezzi, per aumentare il loro valore residuo grazie ad un corretto impiego delle risorse.

Sul portale Kiwisat è possibile conoscere il carico di lavoro della flotta, ovvero le ore di utilizzo in percentuale di ciascun mezzo.

Perciò, se un mezzo conta più ore di lavoro rispetto a un altro è possibile capire se diventa strategico spostare un mezzo da un'area di lavoro ad un’altra.

In tal senso, l’analisi dei dati consente anche di ridurre l’impatto ambientale della flotta minimizzando l’usura del mezzo.

novità kiwisat

Le novità di Kiwisat: aggiornamento delle sezioni HMI e utenti

Un aspetto fondamentale dell’interconnessione delle macchine con il ciclo produttivo dell’azienda è la comunicazione tra mezzi e operatori.

Per questo la soluzione Kiwitron per la gestione della flotta consente di inviare una richiesta o un messaggio all’autista del mezzo direttamente dal portale web Kiwisat in modo semplice, veloce e sicuro.

Accedendo alla sezione mezzi del portale è possibile selezionare il singolo mezzo. Quando si entra nella modalità di modifica (icona matita) è possibile inviare un messaggio al dispositivo ETS sul mezzo.  

Da oggi Ia sezione HMI è presente anche nel menu di navigazione del portale, facilitando l’accesso alla funzionalità di messaggistica ottenendo lo storico dei messaggi inviati ai mezzi.

Inoltre, abbiamo migliorato alcuni aspetti per rendere sempre di più l’interfaccia utente semplice e intuitiva. Accedendo alla sezione mezzi, infatti, è ora possibile:

  • scegliere i mezzi da visualizzare con una semplice casella di spunta;
  • visualizzare l’utente che sta utilizzando il mezzo in quel momento.

Gestione della tipologia di utenti: Utente base e Utente 4.0

Un ulteriore novità è stata introdotta nella gestione degli accessi al portale: un aspetto importante per la visualizzazione e l’estrapolazione dei dati in ottica 4.0.

Per company intendiamo il concessionario o il rivenditore che mette a disposizione le macchine all’utilizzatore finale. Al company manager vengono fornite le credenziali di accesso per poter visualizzare lo stato di tutte le commesse. 

Ad ogni commessa è possibile attribuire un nome e una descrizione, e associare uno o più mezzi e gli utenti che vi hanno accesso. 

Al contrario, l’utente base o utente 4.0 ha accesso alla propria commessa e può analizzare i dettagli dei mezzi in essa presenti. Per ogni tipologia di utente ci sono permessi obbligatori o non attivabili.

Il company manager può creare utenti abilitati alla sola visualizzazione dei dati oppure con permessi più avanzati di analisi dei dati in ottica 4.0 (es. report, manutenzioni, checklist, ecc). 

Il controllo degli accessi, unito alla gestione degli utenti, è uno strumento indispensabile per migliorare la sicurezza e la gestione delle emergenze.

Kiwisat, il software per la gestione della flotta sviluppato da Kiwitron, è anche altamente personalizzabile in base alle esigenze. 

novità kiwisat

Gestione della flotta in ottica 4.0

Come noto, con il termine “Industria 4.0” si fa riferimento a un processo di trasformazione dell’impresa in termini di digitalizzazione e innovazione dei processi, che passa per l’interconnessione e l’integrazione delle macchine al ciclo produttivo.

Perciò, nella gestione delle flotte è importante conoscere lo stato di comunicazione dei sensori con il cloud per assicurare la continuità della raccolta dei dati.

In tal senso, abbiamo introdotto nella sezione mezzi la possibilità di verificare: 

  • data di interconnessione, ovvero la data che inserisce il dealer quando consegna un mezzo al cliente finale per l’utilizzo; 
  • data di trasmissione, ovvero dell’ultimo collegamento macchina-dispositivo ETS; 
  • data di attivazione, ovvero data di collaudo del dispositivo ETS. 

La conoscenza di tali informazioni risulta di importanza fondamentale per mantenere un mezzo in linea con il modello di Industria 4.0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *