Intelligenza artificiale e sollevamento: il vantaggio competitivo

Intelligenza artificiale e sollevamento: il vantaggio competitivo

Il sistema con intelligenza artificiale Kiwi-eye rappresenta una vera innovazione nel mondo del sollevamento. Si tratta di un investimento in termini di qualità, mobilità e sicurezza sul lavoro. Inoltre, il sistema rappresenta un vantaggio competitivo per le imprese del presente e del futuro. 

Il Kiwi-eye è una telecamera con IA in grado di rilevare sia i pedoni che gli ostacoli. Il sistema può essere installato su ogni tipologia di piattaforma con comandi elettrici.

Grazie agli algoritmi di machine learning il sistema Kiwi-eye può imparare a rilevare vari tipi di ostacoli, elaborando diversi dati e informazioni provenienti dall'ambiente. Gli ostacoli vengono rilevati con un tempo di reazione pari a 30 ms.

Il sistema misura la distanza dall'ostacolo e attiva le misure di sicurezza (es. segnali di avvertimento) utili a evitare la collisione. Il Kiwi-eye può rallentare la macchina per prevenire gli incidenti più gravi. 

I pedoni possono essere localizzati anche se sono piegati, di spalle o parzialmente nascosti, con una precisione al centimetro e fino a 25 metri. È possibile impostare tre zone di allarme (Alarm, Warning, Safe). Il Kiwi-eye è un sistema stand-alone che si interfaccia direttamente sulla macchina. In alternativa, può essere integrato con il sistema ETS, il sistema di Fleet Management sviluppato da Kiwitron.

intelligenza artificiale sollevamento
Applicazione di kiwi-eye su carrello elevatore frontale e integrazione con ETS

Applicazione in ambito industriale del sistema Kiwi-eye

Kiwi-eye è stato lanciato nella sua prima versione nel 2020, nato come sistema di assistenza alla guida per autisti di carrelli elevatori. Da allora Kiwi-eye è stato installato su numerose macchine, per mitigare i rischi legati al lavoro nei magazzini e nelle aree portuali. 

Che si tratti del settore dell'industria, della logistica, delle miniere o delle costruzioni, le persone sono ogni giorno a rischio. E ogni giorno, gli incidenti costano ritardi nei progetti, danni alla macchina o alla struttura e possibili lesioni all'operatore della macchina.

Kiwi-eye può aiutare a prevenire incidenti in qualsiasi luogo di lavoro. Allo stesso tempo, contribuisce ad aumentare la consapevolezza degli autisti durante le manovre, per un maggiore controllo sulla macchina. 

La telecamera può essere posizionata sulla parte superiore o cestello della piattaforma, per rilevare eventuali ostacoli nell’area di lavoro. In alternativa, può essere posta sul basamento (o carro di base) della macchina, per segnalare la presenza di pericoli intorno al veicolo. 

La collisione con eventuali pedoni e ostacoli può essere evitata grazie al sistema di rallentamento automatico. Evitare collisioni e danni alla macchina, significa aumentare il valore della PLE. Per migliorare anche l'efficienza e il controllo sulla macchina, Kiwi-eye può essere integrato al dispositivo di telemetria ETS.

intelligenza artificiale sollevamento
Applicazione del dispositivo ETS su piattaforma elevatrice

Integrazione del sistema Kiwi-eye con il Fleet Management ETS

Il sistema ETS raccoglie i dati in tempo reale sulla macchina per monitorare le attività e analizzare gli utilizzi. Per esempio, può raccogliere dati di geolocalizzazione, ore di lavoro, utilizzo della batteria, gestione delle missioni e carico di lavoro. 

Il dispositivo ETS permette di avviare la macchina solo dopo aver completato correttamente la lista di controllo. La lista è quella definita dalla normativa sull’uso corretto delle piattaforme di lavoro elevatrici. In questo modo, gli operatori della macchina sono obbligati a verificare le corrette condizioni di lavoro delle attrezzature di sollevamento prima dell'uso.

Se le istruzioni non sono state seguite correttamente o se una macchina viene utilizzata al di fuori della propria area di lavoro, il sistema ETS invia la segnalazione dell’anomalia.

Kiwi-eye integrato con il sistema ETS permette di effettuare un'analisi delle zone di pericolo (near miss analysis). Da un lato, Kiwi-eye consente di registrare qualsiasi evento relativo all'ambiente di lavoro, alle zone di allarme, alla categoria degli ostacoli rilevati e alla loro distanza dalla macchina. Il Fleet Management ETS, invece, raccoglie i dati relativi a posizione, ora e numero di allarmi rilevati.

Digitalizzazione e intelligenza artificiale nel mondo del sollevamento

Dal 2020 ad oggi, Kiwitron ha collegato migliaia di dispositivi e installato numerosi sistemi Kiwi-eye su diversi tipi di macchine. La caratteristica più importante e innovativa del sistema è l'apprendimento automatico. 

Per un importante cliente, il nostro team di intelligenza artificiale ha implementato la tecnica di visione artificiale, rendendo il sistema Kiwi-eye in grado di riconoscere dei markers per il rilevamento di specifici ostacoli nel magazzino.

In questo caso, l'approccio scelto per il rilevamento ha risposto alla necessità di localizzare e rilevare piccoli AGV. Grazie all'installazione dei marker sui veicoli è stato possibile rilevarli e comunicare al sistema Kiwi-eye di attivare il rallentamento in caso di rischio di collisione.

Tutte le potenzialità del sistema Kiwi-eye possono essere espresse anche nel mondo del sollevamento aereo, con importanti implicazioni in questo settore in termini di safety mitigation, performance e efficienza.

Per un approfondimento su IoT industriale e settore sollevamento potete leggere il recente articolo sul nostro blog.

Per un'ulteriore lettura sulle applicazioni dell'intelligenza artificiale in ambito industriale, cliccate qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *