Industria 4.0 e macchine per la pulizia industriale

Digitalizza i processi e migliora l'efficienza aziendale del tuo impianto produttivo.

Cleaning 4.0

Industria 4.0 per la pulizia industriale

L'evoluzione del Piano di Transizione 4.0 offre importanti opportunità anche per le aziende che investono in macchine per la pulizia professionale.

Per rientrare nel modello di industria 4.0 le macchine devono rispettare i requisiti tecnologici indicati nel Piano e l'azienda deve integrare nel proprio ciclo produttivo le tecnologie abilitanti 4.0 al fine di ottenere vantaggi in termini di produttività, migliorare la qualità, ridurre scarti e consumi energetici, ecc. 

AFIDAMP, l'associazione che riunisce i principali attori della filiera della pulizia professionale in Italia, ha pubblicato a Gennaio 2022 il Position Paper per aiutare le aziende di settore a comprendere le misure previste, i soggetti interessati, e quali sono i requisiti di accesso agli incentivi.

Il sistema ETS certificato 4.0 di Kiwitron per la gestione della flotta consente di soddisfare le caratteristiche tecnologiche indicate nella normativa 232/2016. Puoi ottenere un risparmio fino al 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro.

 

industria 4.0 macchine pulizia industriale
industria 4.0 macchine pulizia industriale
I requisiti per accedere alle agevolazioni 4.0
requisiti-tecnologici-piano di transizione 4.0
Requisito 1

Controllo per mezzo di CNC (Computer Numerical Control) e/o PLC (Programmable Logic Controller).

come lo soddisfiamo?

Il sistema ETS si interfaccia con il mezzo attraverso programmazione PLC.

  • Es. Controllo accessi con badge o pin code gestiti da remoto attraverso il gestionale in cloud Kiwisat;
  • Es. Si interfaccia in maniera attiva con il mezzo, rallentandolo o inibendone le funzioni se necessario (geofencing, check list fallita, evento anomalo, specifico comando).
requisiti-tecnologici industria 4.0
Requisito 2

Interconnessione ai sistemi informatici di fabbrica con caricamento da remoto di istruzioni e/o part program.

come lo soddisfiamo?

Kiwitron prevede per ogni dispositivo ETS l'associazione a Kiwisat, software in cloud per la gestione della flotta con API aperte. L'interscambio di dati è bidirezionale. Di seguito alcune funzionalità in risposta al punto 2 della normativa:

  • Controllo accessi – Attivazione e configurazione di nuovi operatori da remoto;
  • Possibilità di caricamento da remoto di istruzioni e/o part program mediante Kiwisat (es. attivazione rallentamenti in alcune zone, gestione operatori);
  • Possibilità di interfacciare l'ERP già presente in azienda al nostro Kiwisat attraverso il manuale delle API (fornito gratuitamente).
requisiti-tecnologici industria 4.0
Requisito 3

Integrazione automatizzata con il sistema logistico della fabbrica o con la rete di fornitura e/o con altre macchine del ciclo produttivo.

come lo soddisfiamo?

Il sistema ETS 4.0 opportunamente configurato, può interagire in maniera del tutto automatica con l'ambiente circostante e con i processi lavorativi.

  • Attraverso il display collegato all’ETS ci si potrà interfacciare da remoto con l'operatore e inviare istruzioni/missioni di lavoro;
  • Segnalazione della anomalie da remoto con possibilità di allertare in maniera automatica il concessionario o il fornitore di riferimento;
  • Possibilità di bloccare l'avviamento del mezzo al turno di lavoro successivo in caso di anomalie.
checklist-operatore-macchine per il sollevamento
Requisito 4

Interfaccia tra uomo e macchina semplici e intuitive.

come lo soddisfiamo?
  • Grazie al display touch screen, interfaccia per l'operatore.
  • Es. Gestione degli accessi al mezzo.
  • Es. Compilazione delle Check List pre operative.
  • Es. Ricevere missioni direttamente sul display.
requisiti-tecnologici industria 4.0
Requisito 5

Rispondenza ai più recenti parametri di sicurezza, salute e igiene del lavoro.

come lo soddisfiamo?

Il sistema ETS è un sistema certificato 4.0

Inoltre, devono essere dotati di due ulteriori caratteristiche per renderle assimilabili o integrabili a sistemi cyberfisici: 

Requisito U1

Sistemi di telemanutenzione e/o telediagnosi e/o controllo in remoto.

come lo soddisfiamo?

Grazie alla connettività WiFi / GPRS – 4G avremo il gestionale puntualmente aggiornato con i dati raccolti a bordo del mezzo.

  • Es.  Ore di lavoro
  • Es. Correnti istantanee e totali
Requisito U2

Monitoraggio continuo delle condizioni di lavoro e dei parametri di processo mediante opportuni set di sensori e adattività alle derive di processo.

come lo soddisfiamo?
  • Grazie alla check list pre-operativa è possibile analizzare ad ogni turno di lavoro lo stato del mezzo. Se viene riscontrato un problema puoi inibire l'avviamento della macchina da remoto al turno successivo.
  • La sensoristica a corredo dell'ETS può monitorare costantemente i parametri del veicolo ed azionare gli opportuni blocchi in caso di urti e/o anomalie.

Richiedi una consulenza gratuita

Il nostro team è a tua completa disposizione per guidarti nel processo di digitalizzazione e soddisfare le tue esigenze di innovazione.

Sistema ETS certificato 4.0

gestione della Flotta di lavapavimenti

Hardware

Registrazione dei dati della macchina mobile: localizzazione, km percorsi, urti, batteria, anomalie.

Gestione flotta

Puoi abilitare gli operatori all'utilizzo del mezzo, configurare i profili e inviare messaggi personalizzati.

Software

Cloud-based software per i servizi di telecontrollo, telemetria e reportisitca delle macchine.

Gestione operatività

Puoi assegnare dei livelli di performance della macchina (es. limitazione della velocità).

gestione flotta lavapavimenti industria 4.0

Scopri il sistema ETS adatto a te

Sicurezza, efficienza, valorizzazione delle risorse.

checklist-operatore-macchine per il sollevamento

ETS Touch

Datalogger con interfaccia touch screen, lettore RFID.

datalogger gestione accessi macchina industria 4.0

ETS Advanced

Datalogger con interfaccia display e lettore RFID.

datalogger con lettore i-button gestione accessi

ETS One

Datalogger con semplice lettore chiave i-buttton.

Il tuo partner per l'industria 4.0

Su ciascuna macchina installiamo il dispositivo ETS on-board a cui viene associato il fleet management software in cloud Kiwisat. 

Ti guidiamo in tutto il processo di digitalizzazione, dalla prima installazione tecnica all'utilizzo delle nostre tecnologie, per integrarle in maniera efficiente ed efficace nei processi di produzione ordinari della tua azienda. 

Kiwitron mette a disposizione del cliente tecnici che si recano presso le officine a supporto dell'installazione del sistema. Il dispositivo ETS viene fornito preconfigurato nella modalità standard dalla nostra produzione, durante il collaudo funzionale. Se il cliente ha bisogno di una configurazione diversa, possiamo soddisfare le sue esigenze con una personalizzazione del sistema.

Se sei un concessionario o un noleggiatore, puoi indicare al cliente finale la procedura per interconnettere il bene al sistema ETS anche in un secondo, da remoto.

Come ottenere il beneficio?

Grazie alla perizia giurata effettuata sul sistema Kiwitron ETS 4.0 tutto è molto più veloce e semplice.

Per beni di costo superiore a 300.000 euro, è necessaria una perizia giurata redatta da parte di un ingegnere o perito industriale, iscritti all'albo professionale, o un attestato di conformità emesso da un ente di certificazione accreditato.

Primo passo

Insieme ai nostri esperti analizzeremo la soluzione ideale in base alle tue esigenze.

Secondo Passo

Se hai già un perito per la certificazione 4.0, collaboreremo con lui per ottenerla. Altrimenti possiamo fornirlo noi.

Ultimo Passo

Ottieni le agevolazioni fiscali e iniza a trarre vantaggio dalle tecnologie 4.0.

Domande Frequenti

Posso auto-certificare un mezzo 4.0 in autonomia?

Sì, è possibile fare l’autocertificazione sotto i 300.000€. Kiwitron NON la consiglia in quanto molto spesso è incorretta e sprovvista dell’analisi tecnica richiesta per legge. Visti i risparmi e i costi molto accessibili della perizia consigliamo SEMPRE di effettuarla.

Servono due macchine per ottenere il beneficio?

No, la normativa non ha mai parlato di due macchine. Richiede che le macchine siano interconnesse e integrate con il sistema logistico della fabbrica (o che siano semi-automatiche qualora non siano  integrate, pur dovendo sempre essere interconnesse).

Richiedi una consulenza gratuita

Il nostro team è a tua completa disposizione per guidarti nel processo di digitalizzazione e soddisfare le tue esigenze di innovazione.