Macchine movimento terra. Meglio nuove o usate?

Macchine movimento terra. Meglio nuove o usate?

macchine-movimento-terra-nuove-usate

Le macchine movimento terra sono mezzi pesanti dal costo estremamente elevato. Possono costituire un asset strategico per la tua azienda o un voce spesa problematica. Inserirle al meglio nel parco macchine diventa quindi una questione importante per ottimizzare le risorse. 

Comprare nuovo o usato? Noleggio o acquisto? Kiwitron vi propone una breve guida per l’investimento migliore.

Macchine movimento terra usate

L’acquisto di macchine da cantiere usate è un’opzione alla portata di mano grazie all’ampia offerta di prezzi competitivi presente online. Macchine movimento terra in vendita da privati, e-commerce generalisti o, ancora, aste fallimentari per macchine movimento terra possono sembrare il contesto adatto per affari sottocosto. 

Tuttavia, a causa dell’intensa esposizione all’usura, del costo salato dei tempi di fermo e dei rischi per la sicurezza, affidarsi all’usato per il movimento terra senza un esame attento di alcune caratteristiche può rivelarsi un investimento rischioso. 

Per questo, suggeriamo di:

  • conoscere bene le specifiche necessarie della macchina a seconda dello scavo o del lavoro previsto
  • comprare solo usato in garanzia
  • preferire l’acquisto presso concessionario o in officina
  • verificare in prima persona le condizioni del mezzo 
  • controllare che il prezzo indicato sia in linea con il prezzo di mercato

Sconsigliamo di comprare usato, invece, per i seguenti obiettivi:

  • per un ampliamento strutturale e permanente della flotta 
  • per un uso intensivo del mezzo
  • per avviare o sostenere attività chiave dell’azienda

Infatti, per le imprese che necessitano di mezzi movimento terra regolarmente, sarà importante investire in beni non soltanto robusti e in buone condizioni, ma anche aggiornati a livello di tecnologie costruttive e integrabilità con i sistemi gestionali informatici, ormai indispensabili. 

Sarà fondamentale, allora, che le componenti elettroniche dei mezzi di nuova acquisizione rispondano ai più recenti requisiti dell’industria 4.0, per garantire il vantaggio competitivo della flotta, presente e futuro.

I vantaggi delle macchine nuove

Secondo le statistiche Unacea, nel primo trimestre del 2022 il mercato di macchine movimento terra nuove è cresciuto del 34% rispetto al 2021. 

Oggi, la necessità di innovare una flotta aziendale non riposa più sulla lungimiranza del singolo imprenditore, ma è un’esigenza imposta dai rapidi cambiamenti che hanno investito trasversalmente tutti i settori produttivi. 

Una flotta movimento terra sufficientemente competitiva, oggi, dovrà poter contare su:

  • localizzazione del mezzo
  • sensoristica di bordo che indichi non solo stati di allerta e anomalie, ma anche diagnosi complete del mezzo;
  • software di monitoraggio della flotta in tempo reale;
  • sistemi per il monitoraggio e la riduzione delle emissioni;
  • sistemi per l’ottimizzazione delle prestazioni del motore;
  • sistemi di supporto alla guida;
  • possibilmente, intelligenza artificiale integrata nei sistemi di controllo, per implementare manutenzione predittiva e preventiva.

Le macchine nuove delle case madri sono spesso già munite di alcuni di questi sistemi elettronici e informatici di rilevamento e analisi dati. Tuttavia, anche per le macchine sguarnite di datalogger e certi sensori, è possibile aggiungere le tecnologie sopra citate anche in seguito all’acquisto. 

È importante sapere che una macchina così tecnologicamente avanzata può essere facilmente interconnessa ai sistemi gestionali di fabbrica, rispondendo così ai requisiti dell’industria 4.0 per ottenere benefici fiscali fino al 40% del costo totale. Le agevolazioni sono previste dal Piano Transizione 4.0 del PNRR e, in misura diversa, saranno in vigore fino al 2025.

Noleggio macchine movimento terra

Il noleggio dei mezzi può rivelarsi una buona scelta per il rapporto qualità/prezzo e per la relazione di fiducia che si instaura tra noleggiatore e cliente. 

In particolare, il noleggio di macchine dotate delle ultime tecnologie permette di non scendere a un difficile compromesso tra efficientamento a lungo termine della flotta e spesa iniziale contenuta. Un equilibrio tra efficienza, tasso di tecnologia e costi consentirà di ammortizzare l’investimento e raggiungere l’eccellenza operativa. 

Per il concessionario e il noleggiatore di mmt

Anche per il noleggiatore, applicare sistemi di controllo della flotta su macchine nuove comporta l’accesso alle agevolazioni industria 4.0, per un notevole risparmio sui costi di rinnovamento del parco macchine. 

Ma non solo. I sistemi di fleet management possono consentire, inoltre:

  • il blocco da remoto del mezzo
  • una pianificazione da remoto degli interventi di manutenzione;
  • controllo dell’uso corretto dei mezzi – stile di guida operatori, urti, mancati incidenti;
  • controllo sulle prestazioni della flotta, compreso l’ammontare effettivo delle ore di lavoro dei mezzi;
  • in caso di danni, reportistica di dati certi su cui basare le valutazioni 
software kiwisat - ets
ETS e software Kiwisat per la gestione della flotta

Le soluzioni Kiwitron per la flotta

Kiwitron ha studiato e creato sistemi di fleet management che permettono di acquisire ex novo tutte le tecnologie necessarie per l’innovazione della flotta in chiave industria 4.0. Anche per il movimento terra. 

Installando le nostre soluzioni, sarà possibile collegare le vostre macchine a un solo software gestionale, indipendentemente dalla marca dei mezzi, attuando l’interconnessione IoT necessaria per raggiungere nuovi standard operativi. Sarà inoltre possibile aggiungere dispositivi e sensori Kiwitron per l’ottimizzazione dei processi e per il supporto alla sicurezza.  E avere accesso ai benefici economici a disposizione dello sviluppo previsti dal PNRR. 

Prima di valutare il noleggio o l’acquisto, scopri le nostre soluzioni di fleet management.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *